CRISI: pericolo o opportunità

Non sappiamo cosa accadrà, è una situazione nuova sotto tantissimi punti di vista: medico, sociologico, psicologico, economico… si parlava del 3 aprile, ora sembra inevitabile andare oltre, molto oltre. Ci stiamo riorganizzando tutti, oltre alle abitudini quotidiane, riorganizziamo la vita sociale, le modalità di lavoro, il tempo… stiamo vivendo una CRISI. Ma cosa significa “crisi”? 

Nel mondo occidentale, il nostro, il termine crisi è associato a situazioni negative, liti, le crisi di coppia, crolli, le crisi in borsa, malattie e oggi più che mai le crisi respiratorie. 

Nel mondo orientale invece il termine crisi è formato da due parti o pezzi di ideogramma ?? che vogliono dire ‘pericolo’ (?) e, semplificando, ‘opportunità’ (?). [in realtà nessun giapponese o (cinese) vedendo questo ideogramma penserebbe ad una opportunità, piuttosto ad un momento cruciale, importante]

Ma al di là dell’ideogramma, che ci serve solo come spunto per aprire una riflessione, la crisi cos’è? Come possiamo leggere e usare questo momento di crisi per aiutare noi stessi e non solo soccombere al succedersi degli eventi di crisi?

Per noi la crisi è cambiamento, è un punto in cui si rompe qualcosa, si cambia direzione, si modificano le premesse con cui si guarda alla vita, ci si aprono nuovi interrogativi. È importante, per il benessere psicologico e per la crescita personale, provare a leggere questa parola con il significato di OPPORTUNITÀ

Importante, non facile! 

Se riusciamo per un attimo a rivolgere lo sguardo a cosa ci sta dando questo periodo e non solo a cosa ci sta togliendo, potremmo sentire un beneficio in termini di calma e riduzione dello stress. E qui veniamo al nostro tanto chiacchierato stress.

In momenti di emergenza e di allarme è normale avere una certa dose di stress.

Non dimentichiamo che l’altra faccia della medaglia della crisi è il pericolo. Lo stress ci tiene lontano dal pericolo, ci aiuta a tenere alti i livelli di attenzione e a non cadere nella passività. 

Lo stress ci porta ad attivarci per trovare soluzioni e strategie di protezione quindi, in una certa misura, ben venga lo stress.

Sappiamo però che l’equilibrio sta nel mezzo. E allora ha senso coltivare giorno per giorno quello sguardo che ci permette di significare la crisi come OPPORTUNITÀ.

Come? 

Nelle piccole cose di ogni giorno, diverse per ognuno di noi ma che ci permettono di seminare, nel nostro stato emotivo, un briciolo di benessere.

Dott.ssa Elena Tazzioli